Tu sei qui : Benvenuto / Turismo / L'édito Présidente
 
Martine Cappelli
Presidente dell'Ufficio del Turismo
Benessere in tutte le stagioni
Cavalaire è un luogo pieno di fascino. Quello che nel passato era un semplice villaggio di pescatori, adesso è una città costruita attorno al porto che offre una straordinaria varietà di siti naturali. Luogo colmo di storia, oggi città internazionale, il nostro comune possiede un patrimonio storico e culturale di eccellenza: l'oppido del Mont-Jean, il sito di Pardigon con i suoi scavi archeologici, la bastide di Domaine Foncin... Con tutte queste carte vincenti – ambiente marittimo e terrestre, clima e qualità della vita ideali - Cavalaire non poteva che sviluppare una vocazione turistica.
 
Situata in fondo ad una splendida baia di cui porta il nome e adornata dalla collina des Pradels, Cavalaire-sur-mer è stata riconosciuta Stazione Balneare nel 1956. L'attività turistica è il primo settore economico della città, e costituisce indubbiamente – oggi come in futuro – un aspetto importante per la ricchezza e l'occupazione di questi luoghi. La politica turistica del Comune si articola attorno a 4 punti principali:
  • Una politica di ospitalità ed eventi, grazie alla collaborazione di enti di promozione e di animazione turistici (Ufficio del Turismo e Comitato delle Feste)
  • Supporto alla gestione e allo sviluppo dell'offerta di prodotti e servizi turistici adeguati alla richiesta sociale,
  • Promozione della città all'esterno, attraverso numerose azioni sui mercati nazionali ed europei,
  • Miglioramento del livello di prestazioni, gestione e servizi, destinati ad una popolazione turistica esigente.

Esistono organismi adeguati, come l'Ufficio del Turismo di Cavalaire che permette una vera sinergia di competenze e conoscenze, e che contribuisce inoltre ad affermare l'immagine così particolare di Cavalaire. Passando poco a poco da un turismo spontaneo ad un turismo di massa, oggi Cavalaire desidera confermare l'immagine di stazione balneare come meta turistica a livello europeo, ma anche e soprattutto sviluppare un turismo di altissima qualità. Si tratta di una sfida che il Comune e l'Ufficio del Turismo hanno deciso di affrontare insieme.